Boko Haram. Abubakar Shekau l’immortale è tornato

Abubakar Shekau

Abubakar Shekau, capo del gruppo integralista islamico nigeriano Boko Haram è sano e salvo. L’esercito nigeriano aveva annunciato di averlo ferito mortalmente in un attacco aereo alla fine di agosto ma è stato smentito con un nuovo video pubblicato domenica.

Shekau conferma il suo soprannome, “l’immortale” dato che più volte è stato dato per morto, o ferito, o rovesciato, o scomparso, o in fuga e sempre è ricomparso più minaccioso che mai, e più arrogante e irridente. Nel filmato, che dura quasi 40 minuti, compare tra due pile di Corani e affiancato da due uomini armati e mascherati. Afferma di essere felice, in salute e in un posto sicuro.… Continua la lettura

Congo allo scontro frontale

Le proteste a KinshasaL’attuale Repubblica Democratica del Congo ha due primati, diciamo così politico-amministrativi. Ha cambiato diversi nomi: era il Congo Belga durante il colonialismo, poi è diventato il Congo, poi lo Zaire fino ad arrivare alla denominazione attuale. L’altro primato è che non ha mai avuto il piacere di assistere ad un normale e istituzionale passaggio di poteri dalla indipendenza – 55 anni fa – ad oggi.

Quest’ultimo primato rischia di mantenerlo anche nell’attuale contingenza politica. Kinshasa è ritornata ad una calma tesa, gravida di qualunque evoluzione, dopo due giorni di scontri nei quali sono rimaste uccise almeno cento persone. La polizia e le autorità hano ripreso il controllo della città e hanno promesso di individuare e arrestare i fomentatori delle proteste e anche di impedire loro di riparare all’estero chiudendo praticamente le frontiere.… Continua la lettura

Morti e proteste a Kinshasa contro il presidente-dinosauro

Joseph KabilaSarebbero già almeno una ventina i morti nelle manifestazioni anti Kabila che sono esplose nella Repubblica Democratica del Congo. Fra le vittime anche dei poliziotti, linciati dalla folla inferocita. Le proteste sono scoppiate dopo che la commissione elettorale aveva posposto a data da definirsi le elezioni che si sarebbero dovute tenere in novembre.

L’opposizione accusa, giustamente, il presidente di voler allungare indefinitamente i tempi delle elezioni presidenziali per restare al potere oltre i due mandati stabiliti dalla costituzione. Kabila infatti afferma che le elezioni non sarebbero trasparenti se si svolgessero senza realizzare prima una larga riforma dell’amministrazione che consenta un voto regolare.… Continua la lettura

Presidenti copioni

Mhommadu Buhari

Il presidente della Nigeria, Muhammadu Buhari, si trova al centro di una nuova polemica: è accusato dai media di aver plagiato un discorso. Ma non un discorso qualunque, quello di un collega eccellente, il presidente statunitense Barack Obama.

La notizia è stata pubblicata con clamore da un quotidiano locale, “This Day”. Buhari ha pronunciato il suo discorso la scorsa settimana per l’inaugurazione di una campagna interna al suo partito. Titolo del discorso: “Il cambiamento inizia con me”, che in alcuni passaggi, appunto, ricorda molto da vicino il discorso di Barack Obama dopo la vittoria delle elezioni nel 2009: “Dobbiamo resistere alla tentazione di cadere nella stessa partigianeria, nella stessa chiusura mentale e nella stessa immaturità che hanno avvelenato il nostro paese così a lungo.… Continua la lettura

Sud Sudan. George Clooney denuncia generali e politici: si sono arricchiti con la guerra

Su Sudan Clooney

Ci è voluto un attore, per la precisione George Clooney per rendere pubblico ciò che molti sapevano. E se non sapevano non era difficile immaginarsi e cioè il fatto che l’elite politica e militare del Sud Sudan si è arricchita durante la guerra civile scoppiata nel dicembre del 2013 tra il presidente Salva Kiir e il suo ex vice Riek Machar. Lo denuncia, appunto, un rapporto commissionato dall’attore George Clooney nel quale proprio Kiir, Machar e altri generali sono accusati di aver tratto profitto dalla guerra. Il documento, intitolato ‘I crimini di guerra non dovrebbero rendere’, è stato redatto dopo due anni di raccolta di prove e testimonianze.… Continua la lettura