Ancora Boko Haram…il “resuscitato” torna in video

L’anno si chiude con una ri-apparizione. E l’anno nuovo si apre all’insegna delle minacce. Le minacce sono quelle di Abubakar Shekau, il “resuscitato”, leader di Boko Haram che proprio in questi giorni ha pubblicato un video smentendo tutte le voci sulla sua morte, o sulla sua deposizione, o sul suo ferimento, o sulla sua fuga.

Abubakar Shekau, dato morto diverse volte e puntualmente riapparso più minaccioso che mai, anche questa volta ha messo in scena il suo copione. “Non sono morto, sono più vivo che mai e guido i guerrieri di Allah nell’offensiva per costruire un califfato in Nigeria” – declama avvolto nella caratteristica mimetica e armato dell’immancabile kalashnikov.

Il video, secondo quanto dichiara lo stesso Shekaku parlando sia in Hausa, la lingua principale nel nord della Nigeria, sia in arabo, sarebbe stato girato il giorno di Natale ma non ci sono elementi certi per verificarlo. È stato postato su YouTube il 29 dicembre da ‘Sahara Tv’ e rilanciato poi alla tv panaraba Al Jazeera. Si tratta di un filmato di circa 25 minuti, in cui Shekaku, attorniato da miliziani, si rivolge in tono di sfida al presidente nigeriano Muhammad Buhari, che nei giorni scorsi aveva rivendicato importanti successi militari contro Boko Haram nell’area della foresta di Sambisa, nello stato del Borno, dove la milizia islamista è radicata.

“Se davvero ci hai sbaragliato, come mai mi vedi qui? Quante volte hai detto falsamente di averci ucciso? Non dovresti dire queste menzogne al popolo”, afferma Shekaku indirizzandosi.

“Il nostro obiettivo è costituire un califfato islamico e noi abbiamo già il nostro califfato. Non siamo parte della Nigeria, non apparteniamo alla Nigeria”, afferma ancora Shekaku.

In Nigeria, nel Borno, e negli stati confinanti che intersecano i loro confini sulle sponde del Lago Ciad – cioè Niger, Ciad e Camerun – l’anno nuovo non si apre con buone prospettive. Ci sono già milioni di profughi, sfollati interni e rifugiati che hanno lasciato le loro case per paura degli attacchi di Boko Haram e dell’esercito nigeriano che gli fa la guerra (inutilmente).

1 comment for “Ancora Boko Haram…il “resuscitato” torna in video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *