Angola: notizie da un paese in crisi

Isabelita Dos Santos

Isabelita Dos Santos

In Angola si risparmia su tutto. Lo si fa adesso che l’economia del paese è praticamente al collasso vista la caduta del prezzo del greggio e visti i mali di sempre del paese: la non diversificazione dell’economia, la corruzione, l’incapacità di distribuire realmente la ricchezza che, peraltro, in Angola è passata veramente in modo consistente negli anni passati. Tutti mali questi che sono imputabili ad una classe dirigente che è al potere, inamovibile, dal raggiungimento dell’indipendenza ad oggi.

Si risparmia su tutto, dicevamo. Quest’anno, infatti, i dipendenti della compagnia petrolifera Sonangol non riceveranno il tradizionale regalo di Natale, ma una tessera per fare acquisti in due supermercati, uno dei quali di proprietà di Isabelita dos Santos, figlia del capo di Stato Jose Eduardo, nonché presidente della stessa compagnia petrolifera e donna più ricca del continente africano.

La notizia è stata data dall’egenzia ufficiale del paese, la “Lusa” riportando una nota della Sonangol che così recita: “la congiuntura internazionale e il perdurante calo dei prezzi del petrolio sono tra le cause che consigliano l’azienda a studiare forme di risparmio. Si è deciso quindi di tagliare sulle spese di trasporto e di logistica e, oltre a questo, al tradizionale cestino si è preferito offrire uno strumento che garantisca una maggiore varietà di beni e la libertà di scelta dei prodotti”.

Delle quattro catene commerciali che si sono candidate a garantire il prodotto, il consiglio di amministrazione ha selezionato – per prezzi, qualità e comodità – le imprese Kero e Candando. Quest’ultima è per l’appunto di proprietà di Isabelita Dos Santos. L’operazione consente alla Sonangol di risparmiare il 10 per cento dei costi.

1 comment for “Angola: notizie da un paese in crisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *