Bruxelles-Bamako: il Jihadismo attacca l’Europa

Bruxelles

Bruxelles

L’attacco all’Hotel di Bamako che fa da base alla missione militare dell’Unione Europea nel paese e, poche ore dopo, gli attentati di Bruxelles dimostrano ancora una volta che il jihadismo è ormai una realtà con la quale fare i conti. Non solo in teatri periferici ma anche nel cuore dell’Occidente che è assolutamente vulnerabile. Gli attacchi di queste ultime otto ore (contro l’Europa a Bamako e contro l’Europa a Bruxelles) dimostrano che l’Unione Europea è diventata un obiettivo primario.

E dimostrano anche che gli attacchi all’Unione possono partire dall’Africa, anzi che l’Africa è un luogo di formazione, addestramento, preparazione e anche un territorio ambito. Il terrorismo ha fatto entrare l’Africa nel sistema mediatico globale nel quale era sempre stata un po’ periferica.

Gli attacchi di queste ore poi dimostrano che l’Europa è assolutamente vulnerabile. Le nostre città sono quasi impossibili da proteggere e il jihadismo ha reti diffuse capaci di attivarsi in modo letale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *