C’est l’Afrique, mon ami…

Ecco, la foto che vedete secondo me è simbolica. E’ un’Africa che vuole partecipare. Quell’immagine è la dimostrazione della formidabile voglia di vivere degli africani. Seppure limitati dal fatto di essere nati in paesi che non offrono possibilità di sviluppo, che non offrono chances, che lasciano i bambini in balia di malattie mortali, ma curabili come il morbillo, la malaria, la meningite, la tubercolosi.

Sebbene i loro dirigenti non esitino a gettarli in guerre civili feroci e crudeli. Sebbene nessuno pensi che le materie prime dei paesi in cui vivono sono di loro proprietà, devono servire per il loro benessere, devono offrire loro scuole e ospedali… Ecco, sebbene tutto questo gli africani vivono.

Oltre venti anni fa, quando fu scoperto il virus dell’AIDS, medici, scienziati, politici fecero previsioni catastrofiche: l’Africa sarebbe tornata indietro dal punto di vista demografico, intere regioni si sarebbero spopolate, molti villaggi sarebbero letteralmente scomparsi. L’Africa ha smentito tutti: da allora la sua popolazione è aumentata di ben 200 milioni di persone.

E’ voglia di vivere, come quella dei due giovani della foto che è stata scattata in Sierra Leone subito dopo la guerra civile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *