Complimenti Jacob!

Per le vittime della strage di Marikana, il presidente Jacob Zuma ha proclamato una settimana di lutto nazionale, a partire da oggi, lunedì. Sempre oggi scade l’ultimatum della LonMin: se i lavoratori in sciopero non rientreranno verranno licenziati. Sono in tremila e l’azienda non teme di restare senza maestranze. Sa che con la disoccupazione da record non gli sarà difficile sostituirli. E poi, dettaglio che non è per nulla secondario, la multinazionale in oggetto può licenziare. Può licenziare chi sciopera! Può licenziare in massa gli operai! Stiamo parlando del paese di Mandela, del paese uscito dall’apartheid, del paese arcobaleno che doveva elevare i livelli di vita della maggioranza dei neri, che doveva cancellare le townschip, che doveva diventare una nazione esempio per l’Africa in primo luogo, e per tutto il mondo. Insomma la strage di Marikana ha levato il velo ad un Sudafrica che viveva di rendita, sulla lotta contro l’apartheid, sull’immagine e sulla vita di Mandela. Jacob Zuma, invece di una settimana di lutto, avrebbe fatto meglio a imporre alla LonMin di trattare con i lavoratori. Non lo farà, forse anche perché alcuni suoi ministri, stando a fonti giornalistiche sudafricane, detengono pacchetti azionari dell’impresa. Complimenti presidente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *