Costa d’Avorio: un altro paese virtuoso mostra la corda

Ha le radici nel passato la rivolta dei militari in Costa d’Avorio, ma le conseguenze possono essere consistenti nel presente e potrebbero avare riflessi sul futuro di questo paese che, negli ultimi anni, ha collezionato indici economici più che positivi ma ha vissuto con la minaccia che i problemi non risolti venissero al pettine.
Il movimento di rivolta è partito da Bouakè, città nel centro del Paese già “capitale”, durante la guerra civile, della rivolta contro il governo, che portò al conflitto tra il 2002 e il 2010, praticamente spaccando il paese a metà.
Ci sono state proteste anche nei centri di Daloa e di Korhogo, anche quest’ultimo nel nord del paese.La rivolta sarebbe stata partita da ex miliziani ribelli, integrati nelle forze armate dagli accordi di pace. Questi militari chiedono una cifra pari a 7.600 euro e una casa ciascuno. La ribellione del 2002 era in favore dell’attuale presidente Alassane Ouattara, mentre la parte sud del paese era controllata dalle forze fedeli all’allora capo dello Stato, Laurent Gbagbo. Già nel novembre 2014, un’ondata di proteste da parte di militari che rivendicavano il pagamento dei loro salari era partita da Bouake’ per raggiungere Abidjan, la capitale economica della Costa d’Avorio, e altre città. La mediazione del presidente Ouattara aveva però calmato la situazione senza però affrontare il problema vero, cioè una sorta di risarcimento ai militari che ritengono di essere gli artefici della vittoria di Ouattara.
A differenza di altre volte questa rivolta si è estesa a nord come a sud e, pare (e questa sarebbe la cosa più preoccupante), abbia ricevuto il consenso degli alti gradi dell’esercito. Al momento non si capisce se si tratti della solita protesta oppure di qualcosa di più. Se fosse questa seconda ipotesi un altro dei paesi più prometenti del continente, finirebbe per mostrare la corda di uno sviluppo che non riesce ad avere un esempio realmente positivo

1 comment for “Costa d’Avorio: un altro paese virtuoso mostra la corda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *