Demografia e futuro: quattro miliardi di abitanti per l’Africa?

imagesDi solito le tendenze sociali ci fanno immaginare il futuro. Una di queste tendenze è quella della crescita demografica. Per l’Africa si tratta di una tendenza che fa già ora immaginare grandi mutamenti.

Secondo il World Population Prospects a crescere demograficamente sarà soprattutto l’Africa Orientale. Alcuni esempi: Uganda e Tanzania potrebbero superare i 200 milioni di abitanti entro la fine del secolo, il Kenya potrebbe arrivare a contare 160 milioni di persone.

Si tratta di crescite dirompenti se si considera che, per esempio, l’Uganda di oggi ha circa 28 milioni di abitanti. Se realmente superasse i duecento milioni entro fine secolo sarebbe il paese con il tasso di crescita demografico più alto a livello mondiale.

Non deve ingannare l’arco di tempo considerato, cioè la fine del secolo in corso. E’ vero che mancano 87 anni, tanti. Ma il problema non sono le cifre finali, il problema appunto è la tendenza, cioè quanto significativi sono gli incrementi in tempi che interessano la politica e la società oggi.

Faccio un esempio sempre riferito ai dati diffusi dal World Population Prospects che dice che in Kenya la popolazione è destinata a crescere di circa un milione di abitanti all’anno, cioè circa tremila persone in più al giorno. Cifre – queste si – che interessano sicuramente politici, legislatori, studiosi di oggi.

Sempre secondo il World Population Prospects più della metà della crescita della popolazione da qui al 2050 si verificherà in Africa dove potrebbe passare dagli attuali oltre un miliardo di persone a 2,4 miliardi nel 2050 e potrebbe raggiungere i 4,2 miliardi entro la fine del secolo.

Si tratta di tendenze, come detto. E non bisogna fidarsi molto. Le tendenze mutano, sono influenzate da eventi, possono essere accelerate o rallentate. Possono addirittura essere annullate. Nei primi anni ottanta, quando di scoprì il virus dell’Aids, si disse che la tendenza demografica dell’Africa, influenzata dalle morti a causa del virus, avrebbe assunto il segno negativo. Da allora la popolazione africana è cresciuta di oltre duecento milioni di persone.

Dunque le tendenze più che per il futuro raccontano la situazione nel momento in cui vengono formulate. Maggiore popolazione significa più peso politico? Oppure la popolazione troppo numerosa per una nazione è un peso sociale che indebolisce?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *