Lampedusa tre anni fa: mai più. Invece…

In un centro rifugiati

In questi giorni si celebra il terzo anniversario del naufragio di Lampedusa: 386 migranti morti annegati nel Mediterraneo nel tentativo di toccare le coste italiane. Erano in gran parte eritrei.

Da allora sono passati solo tre anni ma la situazione è molto cambiata. In peggio.

Nel Mediterraneo i migranti hanno continuato a morire. In compenso l’Europa si è riempita di muri e l’immigrazione è sempre più vista come una emergenza, un pericolo, una minaccia per la nostra piccola e appagata Europa che teme di perdere i vantaggi che uno sviluppo ineguale e iniquo le ha regalato.

Quando la tragedia si consumò, tre anni fa, tutti si indignarono, in molti pronunciarono la famosa frase, “mai più”. Tutto inutile.

E’ anche stata istituita una giornata internazionale del migrante per ricordare e comprendere le migrazioni. Speriamo che non servano solo a celebrare, a rinnovare un rito, a mettersi a posto la coscienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *