Nessun colpevole per l’uccisione del leone Cecil

senza creditoNon sarà incriminato il dentista americano che nel luglio scorso uccise il leone Cecil, simbolo del parco nazionale Hwange, nello Zimbabwe. Lo ha annunciato il ministro dell’Ambiente del Paese africano, spiegando che Walter Palmer aveva tutti i permessi in regola per effettuare la battuta di caccia. Il ministro ha sottolineato che il governo ha eseguito le verifiche con la polizia e con il procuratore generale ed e’ emerso che il dentista era autorizzato.

L’uccisione di Cecil, leone maschio di 13 anni morto dopo 40 ore di agonia, suscito’ sdegno in tutto il mondo. Palmer, un dentista 55enne di Minneapolis, al rientro in patria era stato braccato e minacciato dagli animalisti ed era stato costretto a nascondersi per oltre un mese e mezzo per sottrarsi a possibili rappresaglie.

Walter Palmer, dunque viene scagionato da qualunque colpa. Resta il fatto che però non viene accusato nessun altro. Come dire che solo le autorità del paese possono autorizzare lo sterminio di animali “preziosi” come i grandi predatori delle savane africane o altri animali come le giraffe, i rinoceronti, le gazzelle, gli elefanti. Se le cose stanno così significa che è totalmente inutile mettere il bando alla commercializzazione di materiali come l’avorio.

Non ci sarà nessun limite alla caccia agli elefanti se sarà conveniente commercializzare l’avorio e se gli unici a poter autorizzare la caccia agli elefanti saranno i governi dei paesi nei quali questi animali vivono.

La vicenda del Leone Cecil aveva fatto apparire il dentista cacciatore come l’unico colpevole. Lo è, certamente, anche se era in possesso di regolari autorizzazioni, ma al pari di lui ci sono le autorità dello Zimbabwe e magari qualche funzionario che, dietro il pagamento di una lauta “mancia” ha timbrato e firmato tutti i documenti necessari.

Se le cose vanno così per un leone, come pensate che vadano per diamanti, oro, uranio, etc…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *