Sudan. Immagini di donne alla fonte

La foto che vedete (e che nella sezione “Foto parlanti” potete vedere in grande, con commento, corredata da altre tre foto dello stesso luogo) è uno dei ricordi più intensi che ho del mio lavoro in Africa.

Siamo nel duemila, nel Sud Sudan, precisamente nello stato del Southern Blue Nile. C’era la guerra: miseria totale, agricoltura bloccata, allevamento impossibile. Quella pozza era probabilmente l’unica fonte d’acqua nel giro di diverse decine di chilometri. Stetti in quel luogo almeno tre ore e il flusso di donne che facevano rifornimento non si arrestò mai. Probabilmente venivano da tutti i villaggi vicini e probabilmente si incontravano in quel luogo tutti i giorni, forse anche più di una volta al giorno. Non erano sempre le stesse, non tutte si conoscevano ma, evidentemente, sapevano alla perfezione cosa dovevano fare: si aiutavano vicendevolmente a caricarsi in equilibrio sul capo quei pesantissimi contenitori d’acqua. Si sostenevano sul bordo infangato e scivoloso, si tiravano con le mani o si spingevano per guadagnare il sentiero asciutto e mettersi in cammino verso il loro villaggio, certamente a chilometri di distanza.

Tutto quel muoversi, caricare acqua, stare in equilibrio, camminare sotto un peso di diversi chili era una fatica indicibile, quasi insopportabile anche per chi stava solo ad osservare. Loro la svolgevano in silenzio, con una sorta di mite rassegnazione, come se quei gesti fossero stati loro assegnati fin dall’inizio del mondo. E li dovessero svolgere per l’eternità.

Non sapevo risolvermi (e, per la verità, non so decidere neanche adesso, rivedendo quelle foto) se quella fosse una immagine di pace, se si stesse svolgendo nel paradiso o nell’inferno dell’umanità.

1 comment for “Sudan. Immagini di donne alla fonte

  1. Attilio
    21 ottobre 2012 at 12:01

    durante i terremoti, le alluvioni, o altri inferni, vedi che esiste la solidarietà, allora scopri che anche dentro un inferno può esserci un angolo di paradiso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *