Tag: donne

Boko Haram colpisce ancora in Nigeria

Seicento donne kamikaze all’attacco

In poche ore ieri Boko Haram è tornata, almeno mediaticamente, ad essere la setta sanguinaria, potente e paurosa che fino a poco prima delle elezioni nigeriane aveva terrorizzato i quattro paesi intorno al lago Tchad: la Nigeria, il Camerun, il Niger e il Tchad.
Boko Haram nelle ultime settimane sembrava avere subito una serie di sconfitte militari messe a punto in particolare dall’esercito Tchadiano.… Continua la lettura

Libro Lapidate Safiya di Raffaele Masto

“Lapidate Safiya. Una storia vera dalle terre di Boko Haram”

Libro_Safiya_HP

Sposa bambina a 12 anni, madre di sette figli. Condannata alla lapidazione dalla legge islamica per aver avuto un figlio fuori dal matrimonio. Salvata a un passo dalla morte grazie alla mobilitazione della società civile internazionale.

La storia vera di una donna nigeriana che torna prepotentemente d’attualità con il terrore di Boko Haram. Un libro che lascia senza fiato.

 

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

DALL’INTRODUZIONE

La storia che state per leggere è una storia vera e proviene dai territori nei quali oggi Boko Haram, con le sue azioni, sparge il terrore.… Continua la lettura

Mutilazioni genitali femminili: un problema umanitario

femminicidio3Nel giorno dedicato alla lotta contro le mutilazioni genitali femminili ripubblico un post di qualche settimana fa.

Centinaia di ragazze della Tanzania sono ritornate a casa in questi giorni dopo avere trascorso tre mesi nascoste in case di accoglienza per sfuggire alla mutilazione femminile. La notizia è stata dalla Tv ufficiale che ha specificato che circa 800 studentesse sono state accolte in rifugi gestiti da organizzazioni umanitarie e dalla Chiesa durante i tre mesi, da ottobre a dicembre, in cui, per tradizione, si pratica l’ablazione genitale femminile.… Continua la lettura

Bring Back Our Girls. Ma quali ragazze?

indexSono ormai quattro mesi che delle studentesse sequestrate in Nigeria, nello stato del Borno, da Boko Haram, non si sa più nulla.

A favore della loro liberazione c’è stata una immediata campagna mondiale che ha visto coinvolte le più alte personalità della politica, dello spettacolo, del cinema, oltre a personaggi di grande capacità mediatica come La first Lady americana Michelle Obama e la giovane pakistana Malala.… Continua la lettura

Meriam a Roma

indexMeriam Yehya Ibrahim, la cristiana che era stata condannata a morte per apostasia, poi liberata il 23 giugno, ha lasciato il Sudan e sta per arrivare in Italia.

Dopo la scarcerazione, Meriam è rimasta nell’ambasciata statunitese di Kartoum dove si è rifugiata per rimanere al sicuro da rischi di linciaggio da parte della folla che la considera, alla stregua di chi l’aveva condannata, colpevole di apostasia e adulterio.… Continua la lettura