Un buco nero nel Corno D’Africa

Circolano con insistenza voci su un possibile, imminente colpo di scena in Eritrea. Non è la prima volta: il mese scorso era circolata la notizia della morte del dittatore Isaias Afwerki. Poi una apparizione televisiva l’aveva smentita. Ma l’uomo forte di Asmara si era presentato di fronte alle telecamere smagrito e le sue parole avevano fatto pensare ad un uomo poco lucido e ammalato.

Il fatto che si continuino a rincorre notizie di questo genere fa pensare che un cambiamento ad Asmara sia ormai all’ordine del giorno. Attendiamocelo dato che a all’interno di questo regime cupo e crudele è già cominciata una lotta di potere senza esclusione di colpi.

Un cambio se lo attende anche la popolazione civile di un paese che è ormai diventato un “buco nero” dal quale non si riescono ad avere notizie, una sorta di Corea del Nord africana con milioni di civili sigillati all’interno e centinaia di migliaia di altri praticamente in esilio all’estero, fuggiti dagli arresti arbitrari, dalle detenzioni senza processo, dalle sparizioni, dalle torture e dai rastrellamenti.

Per descrivere il clima che si respira in Eritrea vi propongo questa e-mail che ricevetti qualche tempo fa da Maria (il nome naturalmente è inventato). Ho lasciato l’email esattaente così come l’ho ricevuta.

Ciao, per quanto riguarda la situazione peggiora sempre. in questi giorni ci sono state delle rettate severe nei villaggi e dopo il 25 di questo mese ci saranno le rettete pure ad asmara ( dopo il 25 xke proprio in questa data partiranno gli studenti che hanno finito l’11a per Sawa dove verranno addestrati) quindi probabilmente queste saranno le nostre ultime corrispondenze visto che io nn ho nessun documento se mi beccheranno x strada o a casa (e ho la sensazione che proprio mi beccheranno) ci metterano in prigione x qualche giorno e poi tutti a Wia (INFERNO) – posto dove si addestrano i giovani catturati. sicuramente farai fatica a capire cio che ho scritto ma e’ tutto quello che posso fare … mi raccomando distruggi subito tutto quello che ricevi da me.

NN DEVI ASSOLUTAMENTE CITARE IL MIO NOME XKE ALTRIMENTI SARA LA MIA FINE GRAZIE

Questa è l’ultima email che ho ricevuto da Maria. Quasi certamente, come lei stessa predice, è stata catturata e inviata nei campi di addestramento del regime che ha praticamente militarizzato tutti i settori del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *