Hifikepunye Pohamba

Un premio con pochi candidati

Hifikepunye_Pohamba_2_crop-1204x887

Non è il solito dinosauro africano Hifikepunye Pohamba, presidente della Namibia che è stato insignito del premio Mo Ibrahim che viene assegnato ad un capo di stato che si è distinto per il buon governo.
Proprio per questo negli ultimi quattro anni, cioè dal 2011, la giuria che assegna il premio non è riuscita a trovare nemmeno un candidato da vagliare e al quale assegnarlo.

I critieri con i quali si assegna questo premio sono quasi irragiungibili per i presidenti africani: bisogna essere stati al potere almeno tre anni, non vi si deve essere arrivati con colpi di stato o processi violenti, bisogna avere rispettato la costituzione, cioè non bisogna aver fatto più di due mandati e bisogna avere promosso democrazia, stampa libera, accesso alla sanità e all’istruzione e infine avere dato prova concreta di perseguire la corruzione.

Chi è Hifikepunye Pohamba? Presidente della Namibia, come abbiamo detto. Ha 79 anni ed è stato eletto una prima volta nel 2004 e poi rieletto nel 2009. Per le prossime elezioni non si è presentato, ovviamente. Nei dieci anni dei suoi due mandati l’aspettativa di vita nel suo paese è aumentata di poco meno di dieci anni. Ciò grazie al fatto che il governo di questo paese grande ma poco abitato (due abitanti per Km2) è stato punteggiato da ospedali, consultori, posti di salute. In Nambia è stato quasi sconfitto l’analfabetismo e sono state varate una serie di leggi molto rigorose contro la corruzione.

Hifikepunye Pohamba è stato un leader della lotta per l’indipendenza della Namibia che era occupata dal Sudafrica, è stato un leader della SWAPO, cioè il Movimento di Liberazione che poi è diventato partito di governo. E’ stato in carcere e torturato e nonostante avesse tutti i requisiti per essere un uomo di potere eterno ha sempre mostrato un certo di distacco: non ha un auto privata e, si dice, abbia una vita molto modesta e sobria.

board_ibrahim_largeA questo punto la seconda domanda: chi è Mo Ibrahim? Miliardario sudanese la cui fortuna è stimata in oltre un miliardo di dollari. E’ stato il proprietario del colosso telefonico africano Celtel che poi ha venduto pur rimanendo nel settore delle comunicazioni.

Vive in Gran Bretagna a Londra ed ha istituito il suo premio proprio per promuovere il buon governo in Africa. Lo ha fatto con una bella somma: il vincitore del premio infatti si porta a casa cinque milioni di dollari più un vitalizio di duecento milioni di dollari.

Una bella idea! Se i presidenti africani non si affannano a vincere il suo premio, evidentemente, guadagnano di più seduti, anzi incollati, sulla poltrona del potere

1 comment for “Un premio con pochi candidati

  1. Vittorio
    16 febbraio 2016 at 15:45

    Il vitalizio è di 200mila dollari non 200 milioni
    https://en.wikipedia.org/wiki/Ibrahim_Prize
    saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *