Autore: Raffaele Masto

Kenya verso le elezioni: si rischia col fuoco

Kenya verso le elezioni: si rischia col fuoco

La notizia è di qualche giorno fa: Raila Odinga si è ritirato dalla competizione elettorale in Kenya. Lo ha fatto dopo che la consultazione dell’agosto scorso era stata annullata dalla corte suprema che aveva fissato la data per la ripetizione delle elezioni al 26 di ottobre prossimo, dunque tra quindici giorni circa. Questo ritiro è […]… Continua la lettura

Africa e Catalogna: un esempio da non seguire

Africa e Catalogna: un esempio da non seguire

La vicenda della Catalogna non è così lontana dall’Africa come potrebbe apparire ad una prima analisi. Si pensi, solo per citare qualche caso, alla parte anglofona del Camerun, o al Biafra che oggi torna a chiedere di separarsi dalla Nigeria dopo che negli anni sessanta fu protagonista di una terribile guerra. L’Africa, dunque, è piena […]… Continua la lettura

Nigeria: Boko Haram sotto processo

nigeria-boko-haram

Iniziano oggi in Nigeria una serie di processi di massa nei confronti di oltre 2.300 presunti militanti di Boko Haram, noto gruppo terroristico di matrice jihadista responsabile di attacchi, violenze e rapimenti nel nordest del Paese, dove hanno tentato di creare uno stato islamico. I processi si terranno a porte chiuse, in strutture militari e […]… Continua la lettura

Etiopia – Somaliland: una guerra della siccità

Etiopia – Somaliland: una guerra della siccità

“Centinaia” di morti in scontri interetnici e migliaia di sfollati nelle ultime settimane in Etiopia. A denunciarlo sono le autorità di Addis Abeba che hanno accusato il vicino Somaliland, territorio semi-autonomo nel nord della Somalia, di avere espulso a forza oltre confine circa 3.000 persone di etnia Oromo, un gruppo etnico che vive a cavallo […]… Continua la lettura

Togo: una lotta contro il nepotismo

Nel quale totale silenzio dei media, in Togo in questi giorni si sta consumando uno scontro durissimo tra opposizione e potere. Si tratta dello stesso scontro in corso in molti paesi africani, con vari gradi di intensità. L’opposizione protesta contro il presidente Faure Gnassingbè, rampollo dell’ex presidente suo padre deceduto nel 2005 (ma al potere […]… Continua la lettura