Mali. Lapidata una coppia accusata di non essere sposata

La notizia nella sua semplicità è agghiacciante. La riporto così come è apparsa sulle agenzie.

Estremisti islamici hanno ucciso per lapidazione una coppia non sposata ad Aguelhok, nel nord del Mali controllato dai gruppi integralisti. Lo hanno testimoniato due esponenti politici locali che hanno chiesto di restare anonimi. «Ero presente sul posto – ha raccontato uno dei due – Gli integralisti hanno trascinato la coppia non sposata nel centro di Aguelhok, dove l’uomo e la donna sono stati infilati in altrettante buche e sepolti fino alla testa, quindi “bersagliati di pietre fino a quando non è sopraggiunta la morte».

Non c’è modo di verificare questa notizia ma probabilmente è vera. Gli estremisti islamici del Nord del Mali sono quelli che hanno distrutto mausolei e monumenti considerati patrimonio dell’umanità in una città come Timbouctou, abitata da una popolazione così lontana culturalmente, e anche dal punto di vista religioso, da un Islam così aberrante.

E’ sempre la stessa storia: la religione non c’entra nulla. Ho scritto un libro con una donna condannata (e poi, fortunatamente, salvata) dalla lapidazione. Si trattava di Safiya Hussaini, nigeriana colpevole di adulterio (nella foto). Anche in quel caso si trattava di una controversia politica che trovava conveniente “usare” anche la religione. Safiya era solo una ignara donna stritolata in una macchina crudele più grande di lei. Come sempre dietro qiel contrasto c’erano  potenti senza scrupoli e interessi inconfessabili.

« »

© 2020 Buongiorno Africa. Theme by Anders Norén.