Nell’era della crescita economica dell’Africa, il Mozambico, uno dei paesi-miracolo di questo continente, è il punto di arrivo di capitali stranieri che sono alla ricerca di favorevoli investimenti. In questo viaggio nel Mozambico rurale, che vive ancora con i tempi lenti dei decenni passati, si scopre quanto la crescita possa essere un inganno. Il reportage racconta di una corsa all’oro come quelle del secolo scorso. Una corsa alimentata da una miniera a cielo aperto e da una città nata sui sogni dell’arricchimento facile. Tutto questo all’alba del terzo millennio in un paese che, sulla carta, promette sviluppo e ricchezza.